Notizie gay dal mondo

viaggiare, esplorare, ascoltare, sentire...

Iscriviti con un click

Translate

venerdì 19 maggio 2017

A San Pietroburgo il primo supermercato vietato ai gay


Recentemente inaugurato dall'imprenditore russo ortodosso German Sterligov, il supermercato di prodotti biologici "Sol i Hleb" (in Italiano: "Pane e Sale") ha aperto i battenti esponendo all'entrata un'insegna controversa ed apertamente omofobica che recita: "Vietato l'ingresso ai gay".
Il gruppo di attivisti Lgbt Coming Out ha già chiesto la rimozione del cartello sostenendo che incita all'odio, ma come ben siamo a conoscenza i gruppi Lgbt in Russia non hanno alcun potere, alcuna voce in capitolo, mentre Sterligov è uno degli imprenditori più ricchi e famosi del paese.

A "Sol i Hleb" il pane viene venduto per la cifra stratosferica di 1650 rubli al chilo (circa 25 euro) e l'élite che lo frequenta è costituita perlopiù da ortodossi ricchi o benestanti.

È stato Von Yao, giovane e stravagante artista asiatico residente a San Pietroburgo, a segnalare per primo l'insegna ai media internazionali. Un ringraziamento speciale va doverosamente anche alla giornalista Isadora Wallnoefer, che per prima ha accolto la segnalazione.

In foto, Von Yao

Share:

sabato 13 maggio 2017

Un Tom Holland super sexy balla Umbrella travesito da donna nella lip sync battle (VIDEO)


Tom Holland, giovane interprete di Spider-Man: Homecoming, ha danzato sulle note di Umbrella di Rihanna travestito da donna, demolendo qualsiasi pregiudizio sui supereroi: l'attore ventenne ha infatti completamente incentrato l'attenzione su se stesso sul palco della Lip Sync Battle durante l'episodio speciale dello show per gli MTV Movie Awards con una performance memorabile e un abbigliamento sexy e provocatorio: guêpière di raso e latex e calze a rete.

Guarda il video: Tom Holland super sexy balla Umbrella travesito da Rihanna nella lip sync battle

Share:

domenica 7 maggio 2017

Concorso: Una caricatura per Kadyrov


Кадыров

Tutti ormai conoscono la famosa immagine di Vladimir Putin in versione drag queen come segno di protesta contro l’omofobia. Il fotoritocco, diventato popolare sui Social Network dal 2013, è recentemente entrato a far parte di una lista di 4.070 immagini bandite dal Cremlino, in quanto farebbe "propaganda gay" ed umilierebbe il presidente "suggerendo un orientamento sessuale anormale". Per maggiori informazioni leggi l'articolo: Ora queste immagini sono illegali in Russia... dacci una mano a diffonderle!

Quello che si nota oggi navigando sul web è la mancanza di immagini caricaturali anche per quanto riguarda il leader ceceno Ramzan Achmadovič Kadyrov (in russo: Ахмат Абдулхамидович Кадыров): abbiamo quindi deciso di pensarci noi... con il vostro aiuto! Mandateci i vostri fotoritocchi e le vostre personalissime caricature all'indirizzo mail unacaricaturaperkadyrov@teewars.org o attraverso il nostro modulo di contatto situato sul margine alto-destro del blog (basta cliccare la busta da lettere bianca): La foto migliore verrà pubblicata sul sito! L'autore potrà decidere liberamente se firmarsi o rimanere anonimo.

Cosa aspettate? Contiamo sul vostro contributo, in quanto il sarcasmo costituisce ancora un'arma fondamentale e rispondere alla violenza e alla persecuzione con l'ironia e col sorriso spesso lascia spiazzati i potenti.

Share:

venerdì 5 maggio 2017

Essere gay in Cecenia: le testimonianze dei sopravvissuti (VIDEO)


Essere gay in Russia non è certo facile, ma per quanto riguarda la Cecenia è un discorso a parte: si parla infatti della nascita dei primi campi di concentramento di cui si abbia notizia dai tempi del nazismo e del fascismo (nonostante qualcuno ipotizzi, visto il regime fortemente autoritario, che alcuni campi di concentramento super segreti per dissidenti politici possano essere presenti anche in Corea del Nord).

In Cecenia, gli omosessuali vengono stipati in celle e privati del cibo, torturati con scosse elettriche, umiliati in tutti i modi possibili per poi venire uccisi brutalmente, se non dai militari, addirittura dalla propria famiglia: "Occupatevene voi o ci penseremo noi" è il ritornello angoscioso e incessante che risuona nella mente dei sopravvissuti, mentre venire trucidati dalla propria famiglia rimane l'incubo più assillante.

Nonostante "negazionismo" sia un termine storico, ben si addice al momento attuale: non manca infatti, anche tra i blog gay italiani, chi sia disposto a smentire tutto, o comunque elementi fondamentali della vicenda: è questo il caso del sito Il Grande Colibrì | Essere LGBT nel mondo, che nell'articolo "Gay perseguitati in Cecenia: i media siano più responsabili" riporta: "Questa idea (quella dell'esistenza dei campi di concentramento) è un’aggiunta, al momento priva di giustificazioni, nata presumibilmente per drammatizzare ancora di più una vicenda già molto tragica che purtroppo ha buone probabilità di essere vera: evidentemente per qualcuno una prigione segreta, decine di rapimenti e di torture, tre omicidi non sono “abbastanza drammatici”.

Evidentemente il "Pier" che firma l'articolo presente sul sito non conosce la definizione di "campo di concentramento" che riportiamo di seguito dall'enciclopedia Treccani: "Luoghi di internamento e di restrizione della libertà personale per soldati nemici catturati e civili considerati pericolosi per l'ordine interno".

Di conseguenza il "campo di concentramento" non dev'essere per forza racchiuso da filo spinato (come i lager tedeschi, d'altronde): anche una "prigione segreta", come scrivono loro, può costituire un campo di concentramento.
D'altro canto la forma del materiale con cui è edificata la cella (sbarre lisce piuttosto che reticolato) non fa differenza alcuna...

E ancora aggiungono: "Parlare di campi di concentramento aumenta i lettori, ma diminuisce la credibilità e la forza della denuncia in Cecenia e in Russia. E mina ogni tentativo di incidere su circostanze già troppo tragiche."

A quelli de Il Grande Colibrì, a cui evidentemente non bastano le testimonianze dei sopravvissuti, ci limitiamo a ricordare con le parole di Primo Levi che "[...] La gran massa dei tedeschi ignorò sempre i particolari più atroci di quanto avvenne nei Lager [...] Gli orrori dei Lager, descritti più volte dalle radio degli Alleati, non furono creduti da nessuno".

Per quanto anche alcuni youtuber influenti come Alessandro Masala (Breaking Italy) rimangano abbastanza scettici sulla vicenda definendola una unverified news, specifichiamo che anche i lager durante il nazismo non erano che una voce, un'indiscrezione, in poche parole proprio una "unverified news".

Guarda il video documentario: Essere gay in Cecenia, le testimonianze dei sopravvissuti

Share:

domenica 30 aprile 2017

La solitudine dei numeri gay


L'avvocato Daniele Stoppello, attivista Arcigay nonché da annoverare tra i fondatori di Gay help line, è stato trovato morto nel cortile della sua abitazione all'Eur, in via Cesare Pavese, in circostanze misteriose: non sono ancora chiare, infatti, le cause della morte ed è già stata disposta un'autopsia assieme ad un esame tossicologico.

La parte più inquietante della vicenda sta nel fatto che il corpo era già fortemente decomposto e la morte risalirebbe a ben lunedì scorso: per lungo tempo l'uomo è rimasto accasciato senza vita nel cortile di casa sua senza che nessuno si accorgesse minimamente del decesso.

Intanto sulla pagina Facebook del Gay Center è comparso (forse un po' in ritardo) il seguente messaggio di condoglianze: "Siamo profondamente scossi e addolorati dalla notizia della prematura scomparsa dell'avvocato Daniele Stoppello. Un amico e un professionista in prima linea nella difesa dei diritti delle persone Lgbt, tra i fondatori di Gay Help Line ed attivista di Arcigay. Ci mancherà. Stiamo pensando di organizzare un momento di ricordo che riunisca la comunità e chi gli ha voluto bene".

In una nota appassionata Fabrizio Marrazzo, portavoce del Gay Center aggiuge: “Noi perdiamo un amico carissimo, un professionista brillante e appassionato, un compagno di battaglie lucido e fantasioso. I casi legali seguiti da Stoppello hanno fatto giurisprudenza, come il caso Chinazzo, quando per la prima volta in Italia il compagno di uomo assassinato fu riconosciuto parte civile nel processo contro l’assassino, il processo Svastichella contro l’uomo condannato a 7 anni per aver accoltellato un ragazzo all’Eur e nel quale per la prima volta un’associazione, Arcigay Roma, fu riconosciuta parte civile, così come per la prima volta la sentenza chiarì il movente omofobo pur in assenza di una legge contro l’omofobia. Sentenza che è stata punto di riferimento anche per molti altri tribunali. E ancora numerosi altri casi sempre a sostegno di vittime di omofobia e contro abusi, come quando riuscì a evitare il rientro in Iran a Vahid, salvando in questo modo la vita al giovane. Daniele Stoppello fa parte della storia del nostro movimento, per questo abbiamo deciso che gli intitoleremo il Gay Center. I funerali si terranno mercoledì 2 maggio in luogo e orario da confermare e di cui daremo comunicazione. Invitiamo tutta la comunità Gay per un momento di raccoglimento e per rendere a Daniele Stoppello un sentito, commosso e doveroso omaggio”.

I funerali si svolgeranno mercoledì 2 maggio in luogo e orario da concordare, nel frattempo non ci rimane che fare la nostra parte per rendere omaggio (con i fatti e con i gesti, più che con le parole) a colui che è stato un grande attivista per nostra comunità.

Share:

venerdì 28 aprile 2017

Prete filmato di nascosto mentre fa sesso orale con un chierichetto: il video


Succede in Spagna, a Murcia: un parroco, Francisco Javier Ruizun, viene sorpreso lungo una strada di campagna poco trafficata con i pantaloni calati, in intimità con un giovane chierichetto, quantomeno in questo caso maggiorenne: per sua sfortuna in quel momento passava di lì un ciclista munito di telecamera.

Solo pochi secondi di video sono bastasti a riconoscere il parroco in questione: le autorità ecclesiastiche ne hanno subito disposto la rimozione dall'incarico, senza indicare motivazioni, né commentare l'accaduto.

Share:

giovedì 27 aprile 2017

Pandemia di Epatite A in Europa: come prevenire e come curarsi


Già noto l'incremento di Epatite A in Europa, L'Istituto superiore di sanità annuncia che il virus si sta propagando suprattutto tra "maschi omosessuali" segnalando tra le possibili cause anche l'EuroPride tenutosi ad Amsterdam lo scorso agosto, sostenendo che «potrebbe aver giocato un ruolo nell’amplificazione di micro-epidemie esistenti nella comunità omosessuale di alcuni Paesi europei (Regno Unito, Olanda e Germania) e la conseguente diffusione dei ceppi negli altri Paesi, inclusa l’Italia»

Il virus si presenta soprattutto nelle feci, ma è presente in quantità minime anche nel sangue e nella saliva: quindi è quasi impossibile la totale prevenzione se si ha un partner: anche un bacio profondo potrebbe trasmettere la malattia. Tuttavia, alcuni utili accorgimenti consistono nell'evitare alimenti crudi che potrebbero risultare contaminati, quali pesce o molluschi, cuocere di conseguenza al meglio i cibi ed evitare o ridurre il numero di partner occasionali.
Inoltre, estremamente importante sarebbe la vaccinazione: è gratis, fortunatamente, e si ricava una protezione di almeno un decennio: basta chiedere al proprio medico di famiglia.

Ad ogni modo l'Epatite A è una malattia che solitamente non si presenta in forma acuta né cronica: si risolve spontaneamente in un paio di settimane o mesi. Per prendersi cura di sé durante il decorso è fondamentale il riposo a letto, bisogna quindi evitare gli sforzi e il lavoro, almeno fino alla totale scomparsa dell'ittero.

Inoltre, bisognerebbe curare al massimo l'alimentazione: evitare cibi grassi quali fritti, latticini interi, olio o burro, limitare gli zuccheri e le farine raffinate (preferire la pasta o il pane integrale), noci o arachidi e, in generale, tutto ciò che potrebbe ulteriormente affaticare il fegato. Ciò che invece è consigliabile consumare, sono cibi salutari e "grezzi" come appunto pane e pasta integrale, magari al pomodoro (senza olio), frutta e verdura (in particolare alimenti "verdi" come broccoli, cavoli o bietole al vapore), marmellata (senza zucchero, dolcificata con fruttosio, stevia, agave, succo d'uva concentrato o altri dolcificanti naturali), pesce magro e petto di pollo o tacchino (possibilmente cotto in padella col limone).
Sono inoltre rinomati i poteri disintossicanti di aglio e cipolla crudi e soprattutto del succo d'aloe vera che si può acquistare in farmacia (stando bene attenti che non contenga zucchero o dolcificanti artificiali come acesulfame o sucralosio).

Generalmente dopo il decorso dell'ittero torna l'appetito, ma subentra un periodo di stanchezza e spossatezza che si protrae indefinitamente: meglio continuare a seguire il riposo e la dieta quanto possibile.

Share:

Post in evidenza

La classifica dei 10 baci gay più belli di sempre

Quali sono i 10 baci gay più belli? Abbiamo deciso di realizzare questa piccola classifica inserendo quelli che secondo noi sono stati ...

IN PRIMO PIANO

eBook Kindle in evidenza

Iscriviti alla newsletter

Informazioni personali

La mia foto
Sono un giovane blogger, classe '90, con la passione per il cinema, i libri e l'attualità.
Notizie Gay dal Mondo nasce dal desiderio di aprire un dialogo che non sia unidirezionale e di comunicare attivamente con i lettori.
Vuoi sostenere il mio lavoro di blogger? In caso ti faccia piacere visita https://www.patreon.com/damianodario (Ogni contributo è importante, anche un solo euro!)

Film